Premiazioni e menzioni

Gli alunni hanno offerto un contributo importante per la promozione della cultura, del rispetto e della salvaguardia della risorsa acqua. I bambini si sono avvicinati alla tematica in modo semplice  e spontaneo approfondendo la conoscenza degli aspetti naturali, ambientali e tecnologici di questo bene prezioso. Le 35 classi che si sono adoperate per la realizzazione di questo progetto, hanno dimostrato appieno la comprensione del compito che era stato affidato loro, delineando uno scenario alquanto preciso e dettagliato dell’acqua nel nostro territorio regionale.

La gocciolina d’acqua è stata accompagnata in moltissimi luoghi della regione: dal canale dei dottori alla laguna, dal canal Mondina all’acquedotto Poiana, dal Mulino Tininin al Tagliamento, dal Noncello al Natisone, dal Carso alle cascate di Crosis, dal Torre alla grotte di Villanova, dal fiume Sile al Livenza, dal torrente But al torrente Degano, dal lago di Cavazzo al torrente Lavia…

E molteplici sono anche le tecniche artistiche utilizzate: collage, acquerello, assemblage, mosaico, pastello, pittura, tempera e scrittura creativa.

 

La commissione giudicatrice ha stabilito, sulla base dei criteri di valutazione previsti, di aggiudicare il primo posto agli alunni della Scuola primaria A.T.P. di Betania - Direzione didattica statale di Tolmezzo (UD) coordinati dalle insegnanti Lorenza Camol, Anna Dorigo, Lucia Puppis, Sara Castellan, Clara Toscani e Michele Puppini.

Il progetto presentato dagli alunni delle classi prima, seconda, terza, quarta e quinta costituisce un lavoro di interclasse ad elevato livello didattico, scientifico e culturale. Viene presentato il viaggio di una gocciolina d’acqua lungo il torrente Touf, dalla sorgente al lago di Cavazzo Carnico Attraverso immagini, fotografie e un accurato lavoro di ricerca il potenziale visitatore viene accompagnato in un percorso d’acqua che abbina valenze paesaggistiche e tecnologiche presenti all’interno del bacino idrografico del Tagliamento. Particolare attenzione viene posta, inoltre, all’attività economica generata dall’utilizzo storico dei mulini e alla centrale idroelettrica di Somplago.

Al secondo posto a pari merito emergono i lavori delle classi prima, seconda, terza, quarta e quinta della Scuola primaria statale “XXXI ottobre” S. Odorico di Sacile (PN) coordinati dall’insegnante Lorella Santi e Lia Gava e della classe quinta della scuola primaria “Marinelli”di Tarcento - Istituto comprensivo di Tarcento coordinati dall’ insegnante Negro Nilde Teresa.

Il progetto presentato dagli alunni di S. Odorico di Sacile, si presenta come un interessante lavoro di interclasse che affronta il tema dell’acqua puntando l’attenzione sul fiume Livenza dalla sorgente alla foce. Gli alunni, in base alle proprie competenze e conoscenze, hanno sviluppato il tema proposto in modo brillante con tecniche e approcci diversi. In particolar modo gli alunni della classe quinta, grazie a piccoli esperimenti e escursioni sul territorio, hanno misurato, controllato e verificato le varie qualità della risorsa acqua.

Il progetto presentato dagli alunni di Tarcento, riprende un’interessantissima escursione lungo le cascate di Crosis. Su uno sfondo che richiama l’idea di movimento dell’acqua, prende forma un percorso che, arricchito da foto, immagini e informazioni dettagliate sia dal punto di vista tecnico che culturale, accompagna il visitatore a una profonda conoscenza del luogo.

Al terzo posto a pari merito si classificano le classi 2a e 2b  della scuola primaria “G. Narvesa” - Direzione didattica 1 circolo di Pordenone coordinati dall’insegnante Chiara Bozzola e gli alunni delle  scuole primarie di Cercivento e Treppo Carnico – direzione didattica di Paluzza coordinati dall’insegnante Giusi Ortis.

Il progetto presentato dagli alunni della primaria di Pordenone, dopo aver affrontato brevemente il tema idrico in termini generali, esamina in particolare le rogge di Pordenone. Un’escursione sul territorio ha permesso agli alunni di immergersi nell’ambiente naturale e di approfondire le tematiche studiate. Una dettagliata indagine fotografica e culturale consente di arricchire il lavoro e renderlo fruibile.

Il progetto presentato dagli alunni della primaria di Cercivento e Treppo Carnico tratta il tema dell’acqua offrendo molto dal punto di vista grafico e visivo. Un’escursione lungo il torrente But, ha permesso agli alunni di misurare la temperatura dell’acqua, di esaminare la flora e la fauna, le attività economiche di un tempo e fare delle interessanti considerazioni sul rischio idrogeologico. Vengono offerti inoltre interessanti accenni alle proprietà curative delle acque termali di Arta e al concetto di risparmio idrico. Encomiabile anche l’impegno nel tradurre in lingua inglese e friulana parte del lavoro.

 La commissione giudicatrice ha deciso inoltre di attribuire le seguenti menzioni:

  • agli alunni della scuola dell’infanzia di Vermegliano (GO) per l’articolazione delle attività didattiche e per la ricchezza degli stimoli fornita
  • agli alunni delle  primaria di  Tiezzo -  Istituto comprensivo di Azzano X(PN) per l’interessante lavoro di interclasse che li ha visti collaborare in modo attivo e proficua
  • agli alunni della scuola elementare bilingue di S. Pietro al Natisone (UD) poiché unici ad aver dato la loro attenzione all’acquedotto Poiana e alla rete di distribuzione idrica e ad aver utilizzato anche la lingua slovena nel trattare l’argomento.
  • agli alunni de The Udine International School  per aver affrontato il tema dell’acqua anche nella lingua inglese
  • agli alunni della scuola primaria “C. Battisti”, Istituto comprensivo di Azzano Decimo (PN) per l’originale idea delle lettere individuali che hanno consentito di riportare i propri pensieri e proposte sulla risorsa idrica
  • agli alunni della scuola primaria di Chions, Istituto comprensivo di Chions (PN) per la simpatica idea di rappresentare con dei fumetti i proverbi sull’acqua

 

Si vogliono ringraziare inoltre, oltre gli alunni, tutti gli insegnanti che, con grande entusiasmo e professionalità, si sono adoperati per la realizzazione di questo progetto.

Alla scuola che, grazie all'impegno dei propri alunni e docenti, si è aggiudicata il primo posto, verrà consegnato un buono per visitare il museo dell'immaginario scientifico.